I Piatti della tradizione: L’Amatriciana da cucinare.

26,00

Scatola regalo C con:
Guanciale di Amatrice Igp Salumificio Fratelli Berardi gr.250/300 ca.
Pecorino Romano del Lazio Dop Fulvi gr.250
Pomodoro San Marzano dell’agro Sarnese-Nocerino Dop Azienda Agricola Gustarosso gr.400
Bucatini trafilati in bronzo Pastificio artigianale Benedetto Cavalieri gr.500
Montepulciano D’Abruzzo Doc 2018 Azienda Agricola La Quercia

Esaurito

COD: 805 Categoria:

Guanciale di Amatrice Affumicato IGP. Cibo preferito dai pastori transumanti per la sua facilità di conservazione e trasporto. Per il notevole apporto calorico, il guanciale era, originariamente, assieme al pecorino, l’unico condimento per la pasta che, con l’aggiunta di pomodoro, è divenuta famosa con il nome di “amatriciana”. Il processo di lavorazione dura almeno tre mesi e prevede salatura, impepatura, salatura e stagionatura. Al taglio il guanciale si presenta molto compatto, con colorito bianco per la parte grassa e rosso vivo per l’altra. Nel sapore, intenso e leggermente piccante, deve avvertirsi l’affumicatura. Prodotta con le carni migliori e aromi naturali, senza l’aggiunta di conservanti o additivi chimici. Da 5 generazioni la famiglia Berardi si occupa della lavorazione dei suini nel comune di Poggio Cancelli (Lago di Campotosto). Il microclima e gli antichi procedimenti delle lavorazioni, rimasti intatti nel tempo,determinano il gusto unico dei salumi dell’azienda.

Pasta di Gragnano IGP Benedetto Cavalieri. Già dal 1800 la Famiglia Cavalieri era dedita alla coltivazione del grano duro in terre “vocate” nel centro della Puglia. Benedetto Cavalieri inaugura, nel 1918, il “MOLINO E PASTIFICIO BENEDETTO CAVALIERI.
La pasta Benedetto Cavalieri è rinomata nel mondo per:
la rigorosa selezione delle materie prime che crescono in terreni vocati soprattutto nelle colline di Puglia e Basilicata; il grano è coltivato senza il massiccio e consueto uso di fertilizzanti chimici che aumentano le rese a scapito della qualità;
il metodo di lavorazione definito “DELICATO”: prolungata impastatura, lenta gramolatura, pressatura e trafilatura al bronzo ed essiccazione a bassa temperatura. Tutto questo permette di custodire il sapore tipico, assicurare una consistenza assolutamente naturale e una grande permeabilità ai condimenti. Il “Metodo Delicato”, infine, garantisce la completa conservazione dei preziosi valori nutritivi del buon grano duro. Insomma una pasta che non ha bisogno di presentazioni.

Pomodori San Marzano Dop cooperativa agricola DANICoop. Nasce nel 1991 a Sarno (SA), nel cuore dell’Agro Sarnese Nocerino. Composta da oltre 100 soci ed iscritta all’albo delle Fattorie Didattiche della Regione Campania ed alla Coldiretti di Salerno, DANIcoop aderisce al Presidio Slow Food ed annovera tra le sue attività principali la commercializzazione di Pomodoro San Marzano DOP. La coltivazione viene effettuata con tecniche tradizionali prevalentemente nel Comune di Sarno (SA), dove i terreni ricchi di argilla ed acqua, sono particolarmente idonei per la coltura del Pomodoro San Marzano. La lavorazione del Pomodoro San Marzano viene svolta in modo artigianale attraverso il sistema di cottura “a bagnomaria” (metodo che consente di cuocere più lentamente rispetto ad altri processi produttivi, conservando intatte le caratteristiche organolettiche e di consistenza). Dietro ogni barattolo di pomodori pelati DANIcoop c’è una filiera composta da agricoltori, tecnici ed accurati controlli sulla materia prima.

Pecorino Romano DOP Brunelli. Esattamente come secoli fa, la salatura del pecorino avviene esclusivamente “a secco”, ovvero manualmente con sale marino, e non, come accade in molte altre realtà, in salamoia con l’immersione in soluzione salina;viene effettuata a mano, applicando una sorta di “massaggio” alla forma nel corso dei mesi di stagionatura, che avviene nelle antiche grotte di tufo etrusco-romane.
Brunelli effettua una lenta e delicata stagionatura all’interno delle antiche grotte di tufo Etrusco-Romane (risalenti al I sec. A.C.) situate nell’area archeologica di Prima Porta. Temperatura e umidità perfettamente bilanciate aiutano il pecorino ad acquisire un inconfondibile retrogusto naturalmente delicato.

Il Montepulciano d’Abruzzo Docg La quercia è un vino rosso intenso con sfumature violacee, profumo intenso caratteristico e sapore sapido e corposo.Per questo motivo si può dire che è un vino che rispecchia perfettamente il territorio di origine. Valorizza egregiamente piatti a della tradizione come l’amatriciana, è un grande vino da arrosti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I Piatti della tradizione: L’Amatriciana da cucinare.”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *